Non solo calore. I funghi riscaldanti sono fra le stufe più decorative e di tendenza, disponibili negli stili più svariati per abbellire, oltre che riscaldare, soprattutto spazi esterni, come giardini, parchi, ma anche balconi e patii, se elettriche anche gli interni. Sono molti, infatti, coloro che rapiti dalle loro forme artistiche e di grande atmosfera le vogliono installare anche dentro casa per dare un tocco di personalità ed eleganza all’arredo. In questo caso, però, devono essere necessariamente funghi riscaldanti elettrici, perché quelli alimentati a gas sono vietati negli spazi interni per questione di sicurezza. Fra i modelli elettrici a pavimento il comune denominatore è l’eleganza, a prescindere dai materiali. Molto belli quelli in acciaio lucido che abbinano alla robustezza uno stile sofisticato, da posizionare sia in esterna che fra le quattro mura. Se collocati fuori resistono all’umidità senza ossidarsi e conferiscono all’ambiente un tocco di classe.

In genere, i modelli migliori, che avrete modo di visionare tra le offerte del sito tematico https://fungoriscaldante.it/, hanno tre potenze di regolazione da 900 a 2100 watt in grado di riscaldare ogni tipo di ambiente, dal terrazzo al giardino. I modelli a base rotonda di diametro variabili possono svilupparsi in altezza fino a due metri e passa, con un forte impatto visivo anche perché oltre ad essere generatori di calore fungono anche da lampade. L’asta si può regolare in altezza per utilizzarla come si preferisce a seconda del contesto. Anche il montaggio di queste stufe risulta molto semplice con assemblaggi veloci e intuitivi. Fra i modelli più decorativi, oltre che funzionali troviamo i modelli Blumfeldt, particolarmente gradevoli e apprezzati dai clienti online.

Vediamone i principali e contro di questi funghi riscaldanti particolarmente belli da vedere, in elegante acciaio lucido che conferisce una bellezza futurista ed è un modello che regge alla pioggia e all’umido, particolarmente stabile grazie all’ampia base che non si ribalta alla prima ventata. L’asta è regolabile in altezza e può essere collocata nei punti più svariati fornendo le massime prestazioni termiche anche in spazi con ampio raggio d’azione. Il solo difetto è che mancano le istruzioni in italiano e se non si mastica almeno un po’ di inglese l’assemblaggio potrebbe creare qualche problemino, ma niente di che data la semplicità di allestimento e d’uso di questi generatori di calore.