Vi piace cucinare? Che domande! Certamente, altrimenti non sareste qui alla ricerca dell’elettrodomestico della vostra vita, così comodo da utilizzare per preparare i vostri piatti con facilità, naturalezza e praticità.

Autunno, inverno, primavera ed estate, certe ricette non deludono mai!

Sicuramente se si parla di cibo cotto al vapore, in molti si chiederanno se è possibile realizzare piatti gustosi senza entrare in un ristorante cinese, coreano o giapponese…Dal momento che la cucina orientale vive di pietanze al vapore! La risposta è si! Detto questo, una volta scelta la vostra ricetta del cuore, vi suggeriamo di concentrarvi sulla dimensione dello strumento, così come sul tipo di funzionalità che una vaporiera presenta.  E’ necessario verificare la potenza in modo da avere una cottura perfetta, valutare se esiste la presenza o meno di un timer che consente di impostare con precisione i tempi di cottura e tutti gli accessori in dotazione che sono per lo più riferiti a contenitori specifici per singoli alimenti.

Esistono in commercio anche prodotti più evoluti che consentono di scegliere modalità di cottura differenti a seconda del cibo. http://sceltavaporiera.it/ Ricordiamoci sempre che una semplice manutenzione della vaporiera vi consente di prolungare il suo utilizzo nel tempo, infatti se tra gli aspetti positivi ritroviamo una certa agilità, la si sposta o la si maneggia facilmente i cestelli devono essere rimovibili affinché sia possibile realizzare una corretta pulizia dello strumento. Nel complesso è buona norma esaminare la lunghezza del cavo elettrico che, purtroppo in molti casi, è generalmente corto.

Il vero “stress” dunque non è cucinare con una vaporiera ma scegliere con cura quella che fa al caso vostro in base alle famose specifiche di cui avete bisogno. Una breve panoramica di tutto quello che si può cucinare con una vaporiera? Eccola qui, ma vi avviso…Avete solo l’imbarazzo della scelta! Partiamo dal carpaccio al vapore,un buon antipasto,per passare alle verdure come i  cavolini di Bruxelles,ma ritroviamo anche i primi come i ravioli, il riso basmati, la quinoa, gli gnocchi di patate! Tra i secondi: abbiamo il tofu con seitan, frittate, carciofi, e tra i dolci abbiamo i muffin i biscotti e le brioche!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *