Per provare la migliore esperienza di guida simulata con la complicità di un buon volante da corsa per pc o console servono anche gli accessori integrativi della postazione. Grazie al force feedback (letteralmente ‘ritorno di forza’) si può provare guidando virtualmente il brivido della velocità, più o meno intenso in base alla resa della suddetta opzione di gaming. Non vi resta che scegliere la piattaforma di gioco e accertarvi che sia compatibile con il vostro volante da corsa, per essere facilitati nell’acquisto vi consigliamo di seguire le linee guida di questo portale web specializzato in volanti da corsa per pc e console. Addentriamoci, ora, nella conoscenza più approfondita di un volante da corsa partendo dalle tre componenti principali che lo compongono:

– Il volante, innanzitutto, com’è ovvio, l’elemento clou da cui dipende il grosso delle performance della periferica di gioco. I volanti migliori sono solidi e maneggevoli, dotati di massima ergonomicità per consentire di avere il totale controllo di guida (virtuale, s’intende). Di solito, i volanti da corsa più performanti ricalcano in tutto e per tutto gli omologhi veri, a cominciare dal rivestimento in vera pelle cucita a mano, che dà senso di aderenza e morbidezza al tatto per un’impugnatura perfetta. Anche la misura della corona è essenziale per dare l’idea di guidare una macchina vera la dimensione del volante dev’essere simile a quella di un volante vero, la misura ideale è una corona dal diametro di 33 centimetri.

– Il cambio. Può sembrare superfluo, ma basta pensare al suo ruolo in una macchina vera per capire che non è così. La presenza del cambio rende ancora più vera l’esperienza di guida simulata, peccato soltanto che la maggior parte di queste periferiche non includa questo accessorio nel kit, pertanto se si vuole una postazione completa andrà acquistato a parte.

– La pedaliera. Che sarebbe una macchina senza pedali? Come frenare o accelerare? D’accordo, si parla di guida simulata e non reale, ma nei migliori volanti da corsa per pc o console i confini sono labili e sfumati, non si sa dove finisce il vero e comincia il gioco, tanto è realistica e immersiva l’esperienza ludica. Pertanto, poter materialmente spingere il piede sul pedale o allentarlo se c’è da rallentare fa parte del gioco e delle sue performance.